Xagena Mappa
Medical Meeting
Pneumobase.it
Farmaexplorer.it

Mortalità dopo diagnosi di tumore negli individui con infezione da virus HIV sottoposti a terapia antiretrovirale


È stato compiuto uno studio di coorte multicentrico al fine di valutare la sopravvivenza e i fattori predittivi di mortalità dopo diagnosi di tumore tra le persone con infezione da virus HIV sottoposte a terapia antiretrovirale di combinazione.

Sono state esaminate tutte le cause di mortalità tra i pazienti con infezione da HIV e con diagnosi di cancro trattati con terapia antiretrovirale di combinazione di routine in 8 sedi negli Stati Uniti, tra il 1996 e il 2009, e sono stati analizzati anche i fattori predittivi di mortalità utilizzando modelli di regressione proporzionale del rischio di Cox.

I tumori non-diagnostici per AIDS sono stati classificati come collegati e non-collegati alle co-infezioni virali.

Su 20.677 persone nella coorte CNICS, 650 individui trattati con la terapia antiretrovirale di combinazione hanno sviluppato un tumore invasivo. Di questi, 305 sono morti durante un follow-up di 1.480 persone all’anno; il tasso di mortalità è stato di 20.6 per 100 persone all’anno e la sopravvivenza generale a 2 anni è stata del 58%.

La mortalità più alta è stata rilevata nel linfoma primario non-Hodgkin del sistema nervoso centrale, tumore al fegato e ai polmoni con tassi rispettivamente di 90.6, 84.3 e 68.1 per 100 persone all’anno.

Il rischio aggiustato di morte è risultato più alto tra i più anziani e con tumore allo stadio IV.
Il rischio aggiustato di mortalità è risultato più basso tra i soggetti con conta delle cellule CD4 più alta alla diagnosi di neoplasia, che avevano raggiunto la soppressione di HIV-RNA ( minore o uguale a 400 copie/mL ) con la terapia antiretrovirale di combinazione, avevano ricevuto qualsiasi trattamento per il tumore, e avevano tumori definenti l’AIDS o tumori non-definenti l’AIDS connessi all’infezione rispetto ai tumori non-definenti l’AIDS indipendenti dall’infezione.

In conclusione, i predittori indipendenti di mortalità dopo diagnosi di tumore tra le persone con infezione da HIV includono uno stato immunitario alterato, la mancata soppressione di HIV-RNA con la terapia antiretrovirale di combinazione, lo stadio del tumore, e la mancanza di trattamento del cancro.
Sono necessarie modifiche di questi fattori con migliori strategie per la prevenzione e il trattamento dell'infezione da HIV e dei tumori associati all'HIV. ( Xagena2011 )

Achenbach CJ et al, AIDS 2011; 25: 691-700


Onco2011 Inf2011


Indietro