Xagena Mappa
Medical Meeting
Farmaexplorer.it
Cardiobase

Difetti del tubo neurale e regimi di trattamento antiretrovirale


Un segnale di sicurezza preliminare per difetti del tubo neurale era stato precedentemente riportato in associazione con l'esposizione a Dolutegravir ( Tivicay ) dal momento del concepimento, che ha influenzato le scelte di trattamento antiretrovirale ( ART ) per le donne con potenziale riproduttivo infettate dal virus dell'immunodeficienza umana ( HIV ).
Il segnale può ora essere valutato con i dati del follow-up di ulteriori gravidanze.

È stata effettuata la sorveglianza degli esiti di nascita negli ospedali in tutto il Botswana, espandendosi da 8 a 18 siti nel 2018.
Le ostetriche hanno eseguito esami di superficie di tutti i neonati nati vivi e nati morti.
Sono state fotografate le anomalie dopo aver ottenuto il consenso materno.
È stata determinata la prevalenza dei difetti del tubo neurale e dei principali difetti strutturali esterni in base all'infezione materna da HIV e allo stato di esposizione alla terapia ART.

Dal 2014 al 2019, la sorveglianza ha esaminato 119.477 parti; 119.033 ( 99.6% ) hanno dato un esame della superficie infantile che poteva essere valutato e sono stati identificati 98 difetti del tubo neurale ( 0.08% dei parti ).

Tra i 1.683 parti in cui la madre stava assumendo Dolutegravir al momento del concepimento, sono stati trovati 5 difetti del tubo neurale ( 0.30% dei parti ); i difetti includevano due casi di mielomeningocele, uno di anencefalia, uno di encefalocele e uno di iniencefalia.

In confronto, sono stati trovati 15 difetti del tubo neurale tra 14.792 parti ( 0.10% ) in cui la madre stava prendendo qualsiasi terapia ART non-Dolutegravir al momento del concepimento, 3 su 7.959 ( 0.04% ) in cui la madre stava assumendo Efavirenz ( Sustiva ) al momento del concepimento, 1 tra 3.840 ( 0.03% ) in cui la madre ha iniziato il trattamento con Dolutegravir durante la gravidanza e 70 su 89.372 ( 0.08% ) in madri non -infette da virus HIV.

La prevalenza dei difetti del tubo neurale era più elevata in associazione con il trattamento con Dolutegravir al momento del concepimento rispetto alla terapia ART non-Dolutegravir al momento del concepimento ( differenza, 0.20 punti percentuali ) o con altri tipi di esposizione a terapia ART.
Importanti difetti strutturali esterni sono stati riscontrati nello 0.95% dei parti tra le donne esposte al Dolutegravir al momento del concepimento e lo 0.68% di quelle tra le donne esposte alla terapia ART non-Dolutegravir al concepimento ( differenza, 0.27 punti percentuali ).

La prevalenza dei difetti del tubo neurale è stata leggermente più elevata in associazione con l'esposizione a Dolutegravir al concepimento rispetto ad altri tipi di esposizione alla terapia ART al concepimento ( 3 per 1.000 parti vs 1 per 1.000 parti ). ( Xagena2019 )

Zash R et al, N Engl J Med 2019; 381: 827-840

Inf2019 Gyne2019 Pedia2019 Farma2019


Indietro