Xagena Mappa
Medical Meeting
Xagena Salute
XagenaNewsletter

Epidemia di infezione da HIV tra gli omosessuali maschi in Cina


E’ in corso in Cina una grave epidemia di infezione da virus HIV-1 tra persone che fanno uso di droghe per via iniettiva, e tra coloro che praticano il sesso come attività lavorativa.

Nel giugno 2002 le Nazioni Unite hanno avvertito la Cina di controllare la diffusione dell’infezione da virus HIV-1 , presagendo una “catastrofe inimmaginabile��?.

Dal dicembre 2001 la Autorità Sanitarie Cinesi hanno segnalato 30736 infezioni da HIV-1 , ma secondo le stime delle Nazioni Unite le persone infettate sarebbero tra le 800000 ed 1,5 milioni.

Attualmente la maggior parte (75%) delle infezioni da HIV-1 è stata riscontrata in coloro che fanno uso di droghe per via endovenosa , tuttavia nel prossimo futuro la trasmissione sessuale potrebbe diventare la via predominante di contagio.

In Cina gli omosessuali maschi sarebbero tra i 2 e gli 8 milioni.

Il sistema di sorveglianza cinese per quanto riguarda l’AIDS è rivolto a 5 gruppi a rischio: drogati, prostitute, camionisti, donne in gravidanza e pazienti con malattie sessualmente trasmesse.

Uno studio ha valutato l’incidenza di infezione da HIV-1 in omosessuali maschi cinesi della provincia di Beijing ( Pechino ).
Su 481 uomini sottoposti ad analisi , 15 (3,1%) presentavano un’infezione da virus HIV-1.
Il 49% dei partecipanti allo studio ha dichiarato di avere avuto durante i precedenti 6 mesi , rapporti anali non protetti, ed il 22% ha dichiarato di avere avuto, nello stesso periodo, rapporti vaginali o anali non protetti, con donne.

Gli Autori sottolineano che l’alta percentuale di rapporti non protetti e la promiscuità , potrebbero favorire nel prossimo futuro il diffondersi dell’infezione da HIV-1. ( Xagena2003 )

Choi K-H et al, Lancet 2003; 361:2125-2126


Inf2003


Indietro